25052018Ultime notizie:

Sorso, un successo l’incontro di presentazione del corso base di scacchi

Sorso, 12 febbraio 2017. E’ stato un vero successo l’incontro tenutosi ieri al Palazzo Baronale di Sorso per la presentazione di un corso base di scacchi. In una sala gremita di gente la vicesindaco Raffaela Barsi, dopo avere ringraziato i presenti e i promotori dell’iniziativa, ha brevemente illustrato quali sono stati motivi che hanno spinto l’amministrazione comunale a sposare sin da subito l’iniziativa di un corso base proposta da Sebastiano Paulesu, istruttore giovanile della Federazione Scacchistica Italiana e da Alba Monne arbitro FSI, riconoscendo il grande valore culturale ed educativo del gioco degli scacchi.

“Chi insegna nelle scuole – ha commentato il vicesindaco – sa bene quanto il gioco degli scacchi possa aiutare, non solo i ragazzi ma anche gli adulti,  a recuperare la fiducia in se stessi stimolando l’attenzione e la concentrazione ed incentivando preziose virtù come la pazienza e la perseveranza”.

Paulesu, che oltre ad essere un istruttore ufficiale FSI, vanta un’esperienza di 25 anni nella promozione del gioco degli scacchi tra i giovani, dopo avere ringraziato l’amministrazione comunale per la celerità nella risposta e per la sensibilità ed attenzione mostrata nel patrocinare l’iniziativa, ha spiegato in cosa consiste il gioco e quali siano le principali regole di uno sport complesso che stimola la mente e richiede concentrazione e ragionamento.

Ha poi brevemente illustrato come sarà organizzato il corso base che inizierà nel mese di marzo e si svolgerà tutti i venerdì. 

Sono pervenute anche tante richieste da parte di adulti ma, almeno in questa prima fase, partirà solo il corso per i più giovani rivolto a fasce di età a partire dai 5/6 anni in su. Altri corsi, destinati agli adulti, saranno programmati più avanti.

Ad accompagnare Sebastiano Paulesu c’era il sorsense Mario Peru che da anni pratica il gioco degli scacchi ad alti livelli e che collaborerà nella preparazione dei bambini.

I due, alla fine della presentazione, hanno intrattenuto i bambini con  qualche partita dimostrativa.

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment