18082018Ultime notizie:

Grande successo per la seconda edizione della “Faradda di lu pattinu”

Sorso, 7 giugno 2017. Si è chiusa la bellissima manifestazione organizzata dall’Associazione Bench Press che ha visto giovani e meno giovani alla riscoperta dei vecchi giochi di un tempo. 
Dodici i pattini che si sono confrontati durante l’evento tenutosi lo scorso 2 giugno. Dodici opere di “ingegneria meccanica” fatte di legno e cuscinetti in acciaio nel classico stile di lu pattinu cui si sono aggiunte alcune realizzazioni un po’ più evolute con qualche attività di tuning.
Tanti i bambini che, prima della gara, hanno provato i pattini messi a disposizione dell’associazione e dai partecipanti. “E’ stata una bella emozione vedere i bambini contenti e divertiti per un vecchio gioco che molti di loro nemmeno conosceva” ha commentato il presidente dell’associazione Mauro Piras
Una bellissima giornata cui ha fatto da colonna sonora quel rumore di cuscinetti sull’asfalto tanto caro ai meno giovani e animato da un pubblico partecipe e plaudente.
Il primo classificato della competizione è stato il team del pattino “Ferrari” con il numero 16 che ha vinto anche la coppa per il pattino più creativo. Secondo classificato il team numero 20 dei “Lions” che ha preceduto il team numero 15 che, insieme al numero 14, ha vinto la coppa per i pattini più tradizionali realizzati da Maurizio e Renzo.

“Il progetto – spiega Mauro Piras – non si ferma qui e andrà avanti subito dopo l’estate. A partire dal mese di settembre infatti, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Sorso e con il coinvolgimento dei ragazzi delle terze classi della scuola media, cercheremo di calendarizzare alcuni incontri durante i quali illustreremo agli studenti le tecniche costruttive dei pattini in legno guidandoli fino alla realizzazione del proprio pattino con il quale potranno poi partecipare alla prossima manifestazione”.
L’attività della Bench Press si focalizzerà ora sui prossimi giochi estivi durante i quali non mancheranno gli spazi dedicati ad altri vecchi giochi ormai dimenticati.

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment