19112017Ultime notizie:

Sorso: utente slacciato da Abbanoa aveva 28 bollette non pagate

Utenza slacciata per un debito di 2.900 euro accumulato in nove anni, dal 2008 a oggi.
Al cliente è stato illustrato come regolarizzarsi: dilazione fino a 60 rate, tariffe agevolate e bonus idrico per le famiglie con redditi bassi.

Sassari, 1 agosto 2017.  Ventotto bollette mai pagate dal 2008 a oggi, un debito accumulato di circa 2900 euro, nessun reclamo o piano di rientro presentato, ben 7 solleciti inviati nel corso degli anni che preannunciavano l’interruzione della fornitura: è questa la situazione emersa relativamente al cliente che stamattina si è fatto protagonista di un’azione dimostrativa davanti agli sportelli di Abbanoa a Sassari. 
Dopo gli accertamenti delle forze dell’ordine il cliente, accompagnato dalla polizia, è stato ricevuto negli uffici di via Principessa Jolanda. Al cliente è stata illustrata la procedura per regolarizzarsi, necessaria per arrivare alla riattivazione della fornitura idrica.
“Abbanoa – informa l’ufficio stampa – in questo come negli altri casi, offre tutti gli strumenti per venire incontro a situazioni di difficoltà economiche. Abbanoa fornisce infatti ai clienti che intendono regolarizzarsi il supporto necessario per mettersi in regola: con la presentazione di un reddito Isee certificato inferiore ai 7 mila euro è previsto un piano di rientro di 60 rate e il pagamento di un anticipo di 100 euro per avere la riattivazione dell’utenza. Non solo: sempre per i clienti con redditi bassi è prevista anche una specifica tariffa agevolata: la “no tax”. 
Inoltre, già dall’anno scorso è stato istituito il bonus idrico che viene erogato dai Comuni proprio a copertura dei mancati pagamenti delle bollette da parte delle persone in difficoltà.  Uno strumento in più gestito dai Comuni per i casi di estrema difficoltà.”

 

 

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment