18082018Ultime notizie:

Sennori, riprendono le lezioni della scuola civica di musica

Sennori, 17 ottobre 2017. Riprendono le lezioni dei corsi di musica organizzati dal Comune e dalla Banda Musicale Città di Sennori. Entro il 20 ottobre le persone interessate a frequentare i corsi possono presentare la loro domanda di iscrizione all’ufficio protocollo del Comune, compilando i relativi moduli che possono essere scaricati dal sito internet del Comune, www.comune.sennori.gov.it oppure possono essere ritirati direttamente all’Ufficio protocollo, dal lunedì al venerdì dalle ore dalle ore 8,30 alle 11, martedì e giovedì dalle 15,30 alle 17,30. Gli insegnamenti, rivolti a utenti di tutte le età, inizieranno il 6 novembre, sono previste 25 lezioni individuali della durata di 50 minuti ciascuna, che si terranno tutti i giorni feriali e il sabato pomeriggio; per frequentare i corsi è necessario versare un contributo che per i residenti nel comune di Sennori è di 180 euro annui (rateizzabili); la quota richiesta ai non residenti è 360 euro.

I corsi attivati sono i seguenti: pianoforte classico, flauto traverso, violino, percussioni, clarinetto, sassofono, chitarra classica, tromba, corno, tuba, pianoforte moderno, chitarra elettrica/acustica, basso elettrico, improvvisazione jazz, organetto diatonico. Il 25 ottobre alle ore 19e 30 nella sala consiliare si terrà un incontro tra l’Amministrazione comunale, docenti e allievi per la presentazione del nuovo anno scolastico e l’organizzazione delle lezioni.

La Scuola è una realtà formativa importante del territorio e anche quest’anno la direzione artistica è affidata al maestro Giuseppe Ruiu, che attualmente dirige la banda musicale e il coro delle voci bianche. «Anche quest’anno l’amministrazione comunale ha voluto garantire l’avvio della Scuola di musica offrendo ai cittadini di Sennori l’opportunità di avvicinarsi a questa meravigliosa arte e coltivare una passione che, oltre a divertire, arricchisce il proprio bagaglio culturale», commenta l’assessora Maria Antonietta Pazzola. 

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment