15102019Ultime notizie:

Sassari. Giovane di 24 anni muore di meningite, avviata la profilassi farmacologica verso familiari e contatti

Sassari, 14 settembre 2019.  Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ATS Sardegna – ASSL Sassari comunica che questa notte è deceduta una giovane di 24 anni a causa di un’infezione da meningite meningococcica. La paziente era stata ricoverata, nel pomeriggio di ieri, in condizioni molto critiche presso l’Unità Operativa Complessa di Rianimazione dell’ospedale Santissima Annunziata dell’AOU Sassari. Al momento sono in corso le analisi di tipizzazione del sierotipo.
Ricevuta la notifica di malattia batterica invasiva da parte dell’AOU Sassari, l’ATS Sardegna ha avviato l’indagine epidemiologica per l’identificazione dei contatti e per l’avvio delle operazioni di profilassi farmacologica. Già nel corso della notte è stato individuato un primo gruppo di soggetti, composto da parenti, conoscenti e operatori sanitari, cui è stata somministrata la profilassi.
Una volta ottenuti i risultati delle analisi per l’identificazione del ceppo batterico, si avvierà una campagna di vaccinazione nei confronti delle stesse persone già individuate come contatti e, eventualmente, la profilassi vaccinale sarà estesa verso una popolazione più ampia.
«La situazione è sotto controllo – afferma Fiorenzo Delogu, responsabile del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ATS Sardegna – ASSL Sassari. Nel corso della notte abbiamo contattato i parenti della paziente per l’avvio della profilassi farmacologica. Lo stesso trattamento, che secondo le linee guida deve essere effettuato entro 72 ore, è stato riservato sia ai conoscenti sia agli operatori sanitari che in questo lasso di tempo hanno avuto dei contatti con la ragazza».

Dall’indagine epidemiologica effettuata dal Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ATS Sardegna – ASSL Sassari è emerso che sabato scorso la ragazza deceduta per un’infezione da meningite sepsi meningococcica ha trascorso alcune ore in una discoteca nel Comune di San Teodoro. La discoteca in questione è all’aperto, fattore che riduce sensibilmente le possibilità di un eventuale contagio rispetto ai locali coperti dotati di un sistema di areazione e ventilazione controllata. 

Pertanto sono stati individuati e sottoposti a profilassi farmacologica i contatti più stretti, amici e familiari, che hanno trascorso sia la notte in discoteca sia i giorni successivi in compagnia della ragazza. 
Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, oltre ad aver avvisato l’Amministrazione Comunale di San Teodoro, ha allertato i medici di medicina generale e i medici del pronto soccorso chiedendo loro la massima attenzione rispetto ai casi febbrili che si possano presentare nei prossimi cinque giorni sulle persone che hanno frequentato lo stesso locale nella notte tra sabato e domenica. 

Si ricorda, infine, che il batterio della meningite è un microrganismo che si trasmette per via interumana in caso di rapporti stretti e/o prolungati (per rapporti stretti si intende una convivenza di ore nello stesso ambiente chiuso come tra familiari, colleghi di lavoro o compagni di scuola). 

Per prevenire l’insorgere di futuri casi di meningite infettiva da meningococco, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della ATS Sardegna – ASSL Sassari ricorda agli utenti la disponibilità delle vaccinazioni.

 

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment