01042020Ultime notizie:

Lungodegenza di Thiesi: mancano infermieri, OSS e coordinatore. La denuncia di Mariangela Campus (FSI-USAE)

Sassari, 30 gennaio 2020. Con una nota trasmessa al Direttore Area S.S. Dott Mocci, al Direttore Servizio Prof. Sanitarie e al Direttore Sanitario P.O. Dott. Leonardo Pinna Alghero la segretaria Territoriale dell’FSI USAE Mariangela Campus ha segnalato la carenza cronica di personale infermieristico e di OSS nel reparto di Lungodegenza del presidio di Thiesi. “Il reparto – si legge nella nota – consta di 18 posti letto per pazienti anziani e in condizioni critiche. Il problema nasce dalla mancanza cronica di personale e dalla tipologia di pazienti non autosufficienti. Il personale infermieristico in organico – prosegue la Campus – sulla carta dovrebbero essere di 9 unità ma sono attualmente in 8 di cui 3 con 104, per cui per 10 al mese sono di fatto in 7 ad organico pieno. Stessa cosa per gli OSS che su un organico di 7 unità ne vede in servizio solo 6 in quanto uno è assente per malattia da settembre. Inoltre cinque sono in 104 per cui spesso l’igiene del paziente viene trascurata. In tutto il reparto inoltre opera un solo ausiliario che a breve dovrà assentarsi per pensionamento. 
Il personale – continua la nota – salta continuativamente i riposi ed è costretto al raddoppio dei turni in spregio alla normativa vigente. Anche per le malattie lunghe inoltre non si prevedono sostituzioni. E’ dunque  palese che tali circostanze diano luogo a ritmi di lavoro massacranti, riducendo gli spazi per la vita personale, rendendo complicato assegnare le ferie necessarie e facendo così venir meno quell’inalienabile diritto al recupero psico-fisico. Se da un lato le criticità organizzative da noi segnalate più volte hanno ricadute significative sulla salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori, dall’altro vanno a ledere il diritto alla salute dei pazienti. Ulteriori gravi criticità si riscontrano inoltre quando vengono ricoverarti pazienti che devono essere isolati per via del fatto che manca tutto il materiale ed i presidi necessari. A chiudere, si evidenzia che da oltre due anni manca un coordinatore per cui tutte le attività di coordinamento vengono espletate dagli infermieri. Si sta andando incontro ad un vuoto preoccupante nella cura del malato ed è necessario richiede un intervento urgente che consista nell’applicare ciò che da anni segnaliamo, ovvero l’immediata assunzione di ausiliari, OSS, infermieri tramite scorrimento delle graduatorie”.

What Next?

Articoli correlati

Leave a Reply

Submit Comment